Lunedì 2 Ottobre 2017
Mappa del Sito
Contatti
English version
Versione accessibile
RICERCA NEL SITO
parola chiave
>> ricerca avanzata
Provincia Bari
MediaCenter
 Struttura e Organizzazione - Servizi - Servizio Programmazione Economica-Servizio Finanziario-Tributi-Economato-Provveditorato - ORCHESTRA SINFONICA - Il direttore artistico 
Il direttore artistico   versione testuale
 
Marco Renzi
 
E' musicista poliedrico, didatta, Direttore Artistico e d’orchestra internazionale, per oltre vent’anni  
direttore del Conservatorio di Musica 'N. Piccinni' di Bari e fondatore e direttore della Italian Big Band.
 
Dopo aver compiuto gli studi musicali di Conservatorio conseguendo i diplomi di Composizione, Violoncello, Pianoforte, Organo e Composizione Organistica, ha intrapreso una intensa e variegata attività concertistica, sia in Italia che a livello internazionale, conseguendo lusinghieri riconoscimenti.
 
Grazie alla sua peculiare capacità di aprirsi a repertori diversi anche fuori dagli schemi della musica classica tradizionale, è stato presto invitato a collaborare, in qualità di pianista e arrangiatore, con noti artisti del panorama della musica italiana. In tale contesto è stato invitato a partecipare a numerose trasmissioni televisive sulle reti Rai e Mediaset.
 
Ha composto numerose musiche di scena e di un vasto corpus di composizioni per orchestra ritmico-sinfonica. Nel corso della lunga ed intensa carriera musicale è stato Presidente di Commissione di Concorsi nazionali, per Docenti di Conservatorio e Direttori di Istituti Musicali Pareggiati, oltre ad aver ricoperto le cariche di Presidente di Giuria nei più importanti concorsi nazionali e internazionali dedicati a vari strumenti. In particolare negli anni '80 ha ricoperto la carica di Commissario Ministeriale, nonché di Ispettore in vari Istituti pareggiati (Ravenna, Taranto, Reggio Emilia, Lucca, Livorno). Dal 1992, poi, Renzi è stato nominato anche Direttore pro-tempore dell’Istituto Musicale Pareggiato “G. Braga” di Teramo.
 
Molte le attività meritorie svolte nell'ambito della sua direzione del Conservatorio di Bari: nel 1993 ha realizzato un importante volume per celebrare i 30 anni di vita dell'istituzione - «La Musica a Bari (Levante, 1993)» - curato con la collaborazione del musicologo Dinko Fabris e un'introduzione di Riccardo Muti, nominato poi dallo stesso Renzi direttore onorario del conservatorio barese. Sono inoltre sorte numerose scuole e corsi speciali che hanno qualificato, in sede ministeriale, il conservatorio “Piccinni” come Istituto di Eccellenza.
 
È stato Direttore Artistico della prima edizione del “Settembre della Minerva”, rassegna di concerti organizzata a Roma dal Ministero della Pubblica Istruzione e finalizzata alla valorizzazione delle produzioni musicali dei più importanti Conservatori italiani. Dal 1990 è stato inoltre nominato Direttore artistico della storica Società dei Concerti “P. Riccitelli” di Teramo.
 
Nel 1994 è stato anche docente del Corso Biennale di formazione professionale per Orchestra JAZZ (Big Band), organizzato dalla Regione Emilia Romagna; dal 1996 al 1998 è stato chiamato dalla Rai come Direttore musicale della serie di trasmissioni “Via Asiago 10”; dal 1998 è anche Direttore di Casa Piccinni (la casa natale del celebre musicista di Bari Niccolò Piccinni), una delle poche strutture di ricerca didattica e produzione musicale in Italia meridionale.
 
Una ulteriore svolta nella carriera artistica di Marco Renzi è venuta con la nomina, nel febbraio 2002, a Direttore Artistico dell’Orchestra Sinfonica della Provincia di Bari, una delle più prestigiose Istituzioni Concertistico-orchestrali italiane (ICO), succedendo a Roberto De Simone. Molti i solisti di livello internazionale e direttori prestigiosi avvicendatisi con la sua direzione artistica: Zoltan Pesko, Piergiorgio Moranti, Renato Palumbo, Gunter Neuhold, Daniel Oren, Daniel Kafka, Donato Renzetti, Bruno Aprea, Anton Namut, oltre ad uno speciale omaggio al primo direttore stabile dell’Orchestra, Gabriele Ferro, tornato per l’occasione a Bari dopo decenni. Con lui l’ICO di Bari è stata più volte invitata in tournée italiane ed europee, collaborando strettamente con il Festival di Spoleto e incidendo diversi dischi, anche con prime assolute. La stessa formazione ha ottenuto il privilegio di esibirsi in concerto alla Sala Nervi e alla Basilica di San Pietro in Vaticano davanti a S.S. Giovanni Paolo II, oltre che davanti al Capo dello Stato Giorgio Napolitano, nella Basilica di San Nicola di Bari. Nel 2007 quella barese è stata l’unica ICO invitata dal Ministro dei Beni Culturali, ad esibirsi nella Sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della Musica di Roma.
 
Ulteriore riprova della stima che Renzi ha saputo creare negli ambienti istituzionali in cui ha operato è la recentissima decisione da parte del sultano dell’Oman di destinare al Conservatorio di Musica “Piccinni” di Bari, una munifica donazione di 3 milioni di euro per aiutare i giovani allievi dell’Istituzione (alla scelta della donazione ha collaborato la Prefettura di Bari, mostrando anch’essa la propria stima per il Conservatorio).
 
Sul piano dell’attività artistica personale, nel 1993 Marco Renzi ha fondato la “Italian Big Band“, una formazione che raccoglie musicisti di grande livello e che ha immediatamente sollecitato l’interesse dei più accreditati solisti del panorama jazzistico italiano ed internazionale. L’Ensemble, già dal suo esordio, ha immediatamente ottenuto uno straordinario ed eccezionale consenso di pubblico e di critica, che continua incessante dopo tanti anni con continue tournée non solo in Italia e in Europa ma anche nelle Americhe, Medio ed Estremo Oriente. Di grande successo, tra le tante, quella condotta con la grande cantante Dee Dee Bidgewater. Di questa formazione, unica in Italia, Marco Renzi è anche Direttore stabile.
 
Dal 2010 ad oggi l'attività concertistica internazionale (unita all'impegno di varie masterclass) si è ancor più allargata con crescente numero di inviti in sedi prestigiose dall’Asia agli Stati Uniti. È stato invitato al Graduate Institute of Performing Arts della National University di Taiwan, ad Atlanta (Georgia State University) e Salt Lake City (University of Utah), e soprattutto alla Carnagie Hall di New York, in un indimenticabile concerto. Poi ancora in Portogallo, presso l’Aula Magna dell’Università di Lisbona, e in Brasile, al Teatro Paulo Autran” di San Paolo e a Manaus, nello storico Teatro dell’Opera Amazonas.
Nel 2012 e nel 2013 è stato di nuovo ospite in qualità di Docente e Direttore presso le Università di Atlanta, del Colorado, e West Illinois. Nel prossimo mese di giugno dirigerà la prestigiosa jazz orchestra del Lincon Center,presso il l’omonimo Theater a New York.
 
Dal gennaio 2014 è stato richiamato alla direzione artistica dell'Orchestra Sinfonica della Città Metropolitana di Bari.