Menu
stemma
 

Seguici su facebookfacebook

Dirigente: dott. ssa Mariagrazia Magenta
Sede: via Spalato,19 - 70121 Bari
 
Tel.  080 54 12 421
Fax  080 5583401
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
 
L'Orchestra Sinfonica, con i suoi Professori, si avvale della direzione di prestigiosi direttori e della partecipazione di solisti di rilievo internazionale, appositamente chiamati ad eseguire repertori classici e moderni scelti per rinnovarne le occasioni di ascolto.
I concerti vengono organizzati a Bari e in tutta l'Area Metropolitana, in chiese, teatri e altre sedi in virtù di proficue sinergie con la scuola, i centri minori e istituzioni pubbliche e private.
L’organico dell’Orchestra e il  programma della stagione concertistica sono predisposti annualmente dalla Direzione Artistica e approvati con deliberazione di Giunta del Consiglio Metropolitano .
Nel fitto calendario di prove e di concerti, ogni singolo evento tiene conto dello specifico contesto artistico-musicale delle opere da eseguire e della composizione dell’organico orchestrale.

Sorta nel 1968, grazie alla sensibilità con cui l'Amministrazione Provinciale di Bari accolse le appassionate sollecitazioni del prof. Vitantonio Barbanente, Presidente del Conservatorio “N. Piccinni” di Bari, l'Orchestra di Bari inaugura la sua attività con la direzione artistica del M° Gabriele Ferro, allora giovane docente del Conservatorio barese diretto da Nino Rota.
Tre anni dopo l’Orchestra, riconosciuta dal Ministero dello Spettacolo come “formazione d’interesse nazionale”, inizia il suo cammino di Istituzione Concertistica Orchestrale (ICO).
Sin dalla nascita svolge un'intensa attività collaborando anche a più riprese col Teatro Petruzzelli in occasione delle stagioni liriche tradizionali e partecipando a prestigiose trasferte: Spoleto (1984), Bergen (1985) e Charleston (1985).
 La direzione artistica dell’orchestra è stata  affidata a  Gabriele Ferro,Pietro Argento, Bruno Campanella, Rino Marrone, Nino Lepore, Michele Marvulli, Paolo Lepore, Roberto De Simone , Marco Renzi.e Angelo Cavallaro. Sul podio si sono avvicendati nel tempo, come direttori ospiti, Nino Rota, Piero Bellugi, Alberto Rossi, Luciano Berio, Roberto Duarte, Mario Gusella, Jay Friedmann, Stefano Martinotti, Donato Renzetti, Pierluigi Urbini, Peter Maag, Franco Mannino, Bruno Aprea, Kurt Sanderling, Franco Caracciolo, Anatole Fistoulari, Leibovitz, Vladimir Delman, Francesco Molinari-Pradelli, Armando La Rosa Parodi, Reynald Giovaninetti, Neubold, Boris Brott, Marcello Viotti, Alberto Zedda ed inoltre Ennio Morricone e Giorgio Gaslini.
Tra i numerosi solisti vanno ricordati Dino Asciolla, Salvatore Accardo, Massimo Quarta, Felix Ayo, Leonid Kogan, Boris Belkin, Nina Beilina, Rocco Filippini, Mario Brunello, Franco Petracchi, Henry Casadeus, Emil Gilels, Marcello Abbado, Oblsson, Aldo Ciccolini, Fiorentino, Pierluigi Camicia, Lia De Barberis, Maria Tipo, Jose Cocarelli, Benedetto Lupo, Kathy Berberian, Trio di Trieste.
Fra le iniziative promosse vanno ricordate un ciclo di manifestazioni dedicate a “Nino Rota, compositore del nostro tempo” (1995), la co-organizzazione del Festival Mousikè nell'ambito del programma del Dipartimento dello Spettacolo “Culture dei mari”, finanziato dalla Comunità Europea in collaborazione con i più prestigiosi centri europei di ricerca sulla musica antica tra cui il Centre de Musique Baroque de Versailles, l’Università di Saragozza, l’Università di Londra e il Centro di Musica Antica di Napoli (1996-2000) e l' “Omaggio a Dubrovnik “ nell'ambito dell’omonimo festival in Croazia.
Nel 1996 l’orchestra ha commissionato l' edizione critica – poi edita da il Melograno di Roma – di un’opera inedita del 1780 del compositore Giacomo Insanguine di Monopoli.
Tra le registrazioni su Cd, il “Concerto n.3 di Rachmaninov”, solista il pianista Pasquale Iannone (1997) ;  lo “Stabat Mater” di Rossini (1998) e  la composizione inedita di Vito Paternoster “Il pane”(1999), sotto la direzione dello stesso autore.
Nel 2000, l’orchestra – direttore artistico Roberto De Simone e direttore stabile Walter Proost – ha presentato in “prima mondiale” la cantata “Populorum Progressio” dello stesso De Simone, per voce recitante dell’attore Michele Placido.
Diverse sono state le partecipazioni al Festival dei Due Mondi di Spoleto, a cui sono seguite esibizioni in Olanda ed in Belgio – con il patrocinio del Presidente della Commissione europea –  direzione di Walter Proost, solista il pianista Luigi Ceci.
Il 17 maggio 2003, in occasione del conferimento a Sua Santità, Papa Giovanni Paolo II, della laurea honoris causa in Giurisprudenza, l’orchestra ha tenuto a Roma due concerti: uno alla presenza del Papa nella sala “ Paolo VI “ e l’altro nella Basilica di S. Maria Maggiore, concerti ripresi dalle tv nazionali  e dalla tv satellitare vaticana.
Nel 2005 in collaborazione con la “Fundacíon Eutherpe” di León (Spagna) ha avuto luogo dal 4 al 10 luglio il “Corso Magistrale di piano e direzione d'orchestra per giovani pianisti e direttori”, pianista Joaquín Achúcarro e direttore Bruno Aprea. Nello stesso anno esecuzione del “Mysterium” di Nino Rota in memoria di Papa Giovanni Paolo II (Bari, Cattedrale) e del “Misa Tango” di Luis Bacalov, in diretta televisiva, in occasione del Congresso Eucaristico Nazionale, direttore lo stesso Luis Bacalov.
Nel 2007 a Roma, presso l' Auditorium Parco della musica, Sala Giuseppe Sinopoli, il 4 dicembre l'Orchestra si è esibita nel “Concerto della Solidarietà”, direttore Stefano Trasimeni, violino Masha Diatchenko, un concerto nell'ambito delle iniziative promosse dal Ministero dei Beni Culturali con l'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Di questi ultimi anni sono anche le prestigiose collaborazioni con grandi solisti e direttori d'orchestra provenienti da ogni parte del mondo.
 
Direzione musicale e artistica - Marco Renzi

Linee di attività ed uffici - Orchestra

I professori d'orchestra

Il Direttore Artistico

Link utili - Orchestra

Regolamento

 

Attachments:
Download this file (Regolamento_personale_artistico.pdf)Regolamento_personale_artistico.pdf[ ]255 kB

Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento del sito ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Leggi tutto...