Giovedì 24 Maggio 2018
Mappa del Sito
Contatti
English version
Versione accessibile
RICERCA NEL SITO
parola chiave
>> ricerca avanzata
Provincia Bari
MediaCenter
 Struttura e Organizzazione - Servizi - Servizio Edilizia Pubblica,Territorio (Viabilità, Trasporti, Urbanistica ed Espropriazioni) e Ambiente - SEZIONE AMBIENTE - Procedimenti e Modulistica - Procedure Ordinarie 
Autorizzazione unica per i nuovi impianti di smaltimento e di recupero dei rifiuti (art. 208 del D. Lgs. n. 152/06 e smi).   versione testuale
IL NUOVO CODICE IBAN PER I VERSAMENTI IN FAVORE DI QUESTO ENTE TRAMITE BONIFICO BANCARIO E' :
 
IT38T0101004015100000046768

 

 

Descrizione del Procedimento

 

      E' un procedimento inteso ad ottenere l'approvazione progettuale e relativa autorizzazione per l'esercizio dell'attività di trattamento dei rifiuti, nel rispetto della tutela dell’ambiente in ossequio al D. Lgs. n. 152 del 3 aprile 2006 e s.m. e i. , che si avvia su istanza di parte.

 

 Modalità

 

    I soggetti che intendono realizzare e gestire nuovi impianti di smaltimento o di recupero di rifiuti, anche pericolosi, devono presentare apposita domanda alla Provincia - Servizio "Rifiuti" - corredata dalla documentazione tecnica prevista per la realizzazione del progetto dalla vigente normativa  in materia urbanistica, di tutela ambientale, di salute di sicurezza sul lavoro e di igiene pubblica.

    Il Servizio "Rifiuti" esamina la richiesta, con tutta la documentazione allegata e, ove necessario,  ne richiede integrazioni.  Ove l'impianto debba essere sottoposto alla procedura di valutazione di impatto ambientale (V.I.A.) ai sensi della normativa vigente, alla domanda deve essere allegata la comunicazione del progetto. Entro 30 giorni dal ricevimento della istanza viene convocata la conferenza di servizi cui partecipano i responsabili dell'ufficio "Rifiuti" e i rappresentanti delle Autorità dell'ambito e degli enti locali interessati. Alla conferenza è invitata anche la parte richiedente. Nella  conferenza di servizi vengono acquisiti elementi di dettaglio, elementi integrativi ritenuti indispensabili per l’adozione del provvedimento finale. A conclusione della conferenza viene redatto un verbale. Sulla base delle determinazioni assunte nella conferenza il Dirigente del Servizio, con atto dirigenziale,  procede all’adozione dell’atto finale che può avere contenuto negativo (diniego dell’autorizzazione) o contenuto positivo (rilascio dell’autorizzazione) di cui si darà notifica, mediante lettera raccomandata, all’istante e a tutti i cointeressati.


Requisiti del richiedente

 

Requisiti di cui all'art. 10 del D.M.  del 05/02/98

 

Spese istruttorie

 

Ai sensi dell'art. 9 della L.R. n. 17 del 14/6/2007