La Provincia di Bari contro il gioco d'azzardo.

- Vai subito al Contenuto
- Vai subito al Menu Principale
- Vai subito al Menu delle Altre pagine
- Vai subito al Menu di sezione



La Provincia di Bari contro il gioco d'azzardo.

La Provincia di Bari sta mettendo in atto una strategia per combattere un’emergenza che sempre più dilaga, in maniera preoccupante, tra la popolazione del territorio barese: la dipendenza da gioco d'azzardo. Impoverimento, indebitamento, ricorso all’usura, riciclaggio di denaro sporco, maltrattamenti familiari, depressioni e disturbi psicologici sono gli effetti drammatici  che si abbattono a danno della società e dei singoli individui. La ludopatia, fino ad oggi ignorata e non riconosciuta come malattia dalle istituzioni e dal servizio sanitario, continua ad alimentarsi dalle pressanti pubblicità ingannevoli e dalla crisi economica.  Per arginare questo fenomeno, il Presidente della Provincia di Bari, Francesco Schittulli con gli assessorati alle Politiche sociali e alla Legalità della Provincia di Bari, ha predisposto un atto di indirizzo con delibera di Giunta, poi approvata all’unanimità dal Consiglio Provinciale, con la quale si impegna ad intervenire sulle “Implicazioni sociali, amministrative, etiche ed economiche rivenienti dal fenomeno del gioco d’azzardo”mettendo in atto un piano d’azione. Il piano d’intervento si articola in: un programma di formazione specialistica indirizzato ai gestori e agli operatori delle sale che contengono giochi; in un tavolo di concertazione con associazioni di categoria in cui i gestori dei locali possano intervenire direttamente presso il giocatore in evidente stato di dipendenza; in una rete di collaborazione che si avvale dell’esperienza della Fondazione Antiusura S. Nicola e SS. Medici guidata da Mons. Alberto D’Urso, oltre che di enti locali e associazioni di volontariato, per attuare un programma pluriennale destinato a contrastare fallimenti famigliari e ricorso all’usura.  Le attività di prevenzione si svolgeranno anche nei contesti scolastici e familiari. Per attuare il percorso d’azione a favore delle vittime del gioco d’azzardo, l’Amministrazione provinciale ha già costituito un fondo di venti mila euro.    “Tutte le istituzioni, le associazioni e gli organismi di ispirazione cattolica e sociale – ha affermato Schittulli - devono sentirsi coinvolti, sostenendo iniziative di sensibilizzazione e di denuncia sui pericoli e i danni che il ricorso al gioco sta determinando anche sulle nuove generazioni che affidano la realizzazione del loro futuro all’azzardo». Il segretario nazionale della Consulta Nazionale Antiusura Mons., Alberto D’Urso, nell’accogliere con soddisfazione l’iniziativa assicurando ogni forma di collaborazione, ha affermato: “ Non posso che ringraziare il Presidente Schittulli. La sorte delle vittime dell’azzardo non è più lasciata al caso e questo ci  conforta. La sensibilità manifestata dalla Provincia di Bari, come istituzione, offre un segnale importante. E’ un primo passo per eliminare quel senso di abbandono restituendo dignità a queste persone che si sono affidate alla fortuna come ultima spiaggia della loro vita”. Intanto, il Presidente Schittulli, confidando nella sensibilità dei sindaci dei comuni della Provincia di Bari, fisserà nei prossimi giorni un incontro per il coinvolgimento attivo e diretto di tutte le 41 amministrazioni comunali del territorio provinciale di Bari.







Città Metropolitana  Home Page  Home Page  


 
Torna all'inizio della pagina


- Vai alla versione grafica

Valid HTML 4.01 TransitionalLevel A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0