Sui criteri di scelta dei legali incaricati dalla Provincia, Il Dirigente del Servizio "Avvocatura e Contenzioso" della Provincia di Bari fornisce i chiarimenti richiesti dalla V Commissione Consiliare

- Vai subito al Contenuto
- Vai subito al Menu Principale
- Vai subito al Menu delle Altre pagine
- Vai subito al Menu di sezione



Sui criteri di scelta dei legali incaricati dalla Provincia, Il Dirigente del Servizio "Avvocatura e Contenzioso" della Provincia di Bari fornisce i chiarimenti richiesti dalla V Commissione Consiliare

In esito alla nota PG 156100 del 20.09.2012 ed alla richiesta, contenuta nel verbale di seduta della V commissione consiliare del 14.09.2012, di conoscere quali siano i criteri applicati nella scelta dei legali incaricati dalla Provincia si rappresenta quanto segue. Si premette che il conferimento di incarichi di rappresentanza e difesa in giudizio dinanzi alle diverse Autorità giudiziarie anche a liberi professionisti esterni all’Amministrazione si è posta, in questi anni, come necessità, atteso il notevole carico di lavoro gravante sul Servizio Avvocatura, unitamente al sottodimensionato organico del medesimo, con particolare riferimento alle unità interne abilitate al patrocinio dell’Ente. Orbene, il rapporto fra avvocato e assistito è fondato sul "mandato", che consiste nella manifestazione della volontà del cliente di essere rappresentato giudizialmente dall'avvocato. Esso è strettamente fiduciario, fondato cioè sulla lealtà e chiarezza di comportamenti da entrambe le parti ed è proprio nell’ambito di tale rapporto fiduciario che il Presidente della Provincia, nella sua qualità di legale rappresentante, conferisce l’incarico a rappresentare difendere l’Ente nei giudizi di vario grado instaurati contro la Provincia o da promuoversi nel suo interesse. La scelta del legale da officiare si effettua di concerto con il Dirigente del Servizio Avvocatura e Contenzioso, sulla base dei seguenti criteri : -avendo riguardo al territorio, si individuano gli avvocati da officiare fra quelli iscritti all’albo professionale di Bari e Trani; -avendo riguardo alla materia per cui è causa, si tiene conto della esperienza del legale nella stessa e della pregressa conoscenza delle relative posizioni dell’Ente; -avendo riguardo all’oggetto, laddove lo richieda la delicatezza e rilevanza della questione trattata, si tiene conto della specifica, elevata e notoria professionalità del legale da officiare; -avendo riguardo alla sussistenza di elementi di connessione soggettiva ed oggettiva tra diversi giudizi, si predilige, per ragioni di economicità, la scelta di officiare lo stesso difensore, con conseguente determinazione del compenso in misura omnicomprensiva ed unitaria; -avendo riguardo all’esiguo valore della controversia e specificamente nelle cause di risarcimento danni da insidia stradale, si individua l’avvocato da officiare fra quelli di più giovane iscrizione all’albo professionale; -nelle cause aventi ad oggetto la mancata iscrizione nelle liste di collocamento obbligatorio, laddove si insiste nel manifesto difetto di legittimazione passiva della Provincia e comunque l’esito è subordinato a meri accertamenti medici, il Servizio Avvocatura e Contenzioso al fine di contenere la spesa, assume direttamente la difesa dell’Ente. Corre l’obbligo di precisare che, al fine di contenere il più possibile la spesa e comunque di renderla ex ante prevedibile onde consentirne il relativo preventivo impegno, su proposta del Servizio scrivente la Giunta Provinciale con Deliberazione di n. 46 del 05/06/2012 ad oggetto “Atto di indirizzo. Incarichi legali: approvazione tariffario e direttive per la disciplina del rapporto professionale” ha approvato il Tariffario per gli avvocati esterni recante, per ogni autorità giudiziaria e per valore di controversia, la determinazione dei compensi dagli stessi esigibili in misura forfettaria ed omnicomprensiva (oltre IVA e CNAP). In recepimento degli indirizzi della Giunta Provinciale lo scrivente Dirigente ha poi adottato con Determinazione dirigenziale n. 2 del 19/06/2012, uno schema di convenzione che, in occasione del conferimento dell’incarico, il legale esterno sottoscrive, accettando  espressamente la liquidazione del compenso, come innanzi chiarito, sulla base del citato tariffario. Quanto al pregresso ancora pendente è stata sottoposta in questi giorni all’esame al Consiglio Provinciale una proposta di deliberazione per il riconoscimento della legittimità del debito fuori bilancio individuato dal Servizio Avvocatura. Trattasi di obbligazioni verso professionisti incaricati in passato della rappresentanza dell’Ente nei giudizi di vario grado instaurati contro lo stesso, ovvero promossi nel suo interesse, maturate a seguito della definizione dei predetti giudizi e quantificate nelle parcelle presentate dagli stessi professionisti, ma non ancora soddisfatte. Da parte di questo Servizio si è quindi provveduto ad accertare il contenimento nei limiti di tariffa delle parcelle presentate dai suddetti professionisti, ad acquisire, laddove mancante, la documentazione probante l’attività difensiva effettivamente svolta dal legale nonché a concordare, ove necessario, una rideterminazione degli importi in misura più favorevole all’Ente. Si osserva, infine, che l’obiettivo che lo scrivente Servizio intende raggiungere è quello di garantire ed assicurare la migliore difesa possibile per l’Ente, pur contenendone i costi di patrocinio, nelle more che si provveda a supportare il Servizio stesso di professionalità interne, nonché di garantire il controllo della spesa per la corretta gestione delle finanze e nell’esclusivo interesse della Provincia di Bari. Restando a disposizione per ogni ulteriore chiarimento si porgono molti saluti.                                                                                                  IL DIRIGENTE                                                                                              Avv. Rosa Dipierro







Città Metropolitana  Home Page  Home Page  


 
Torna all'inizio della pagina


- Vai alla versione grafica

Valid HTML 4.01 TransitionalLevel A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0