Presentazione alle associazioni di volontariato del progetto "N.O. BARRIER"

- Vai subito al Contenuto
- Vai subito al Menu Principale
- Vai subito al Menu delle Altre pagine
- Vai subito al Menu di sezione



Presentazione alle associazioni di volontariato del progetto "N.O. BARRIER"

Martedì 16 luglio 2013 alle ore 16,00 presso la Sala Consiliare del Palazzo della Provincia di Bari sarà presentato alle associazioni di volontariato per diversamente abili il progetto “N.O. BARRIER” ( Nuovo Obiettivo: turismo senza barriere), finanziato nell’ambito del programma di Cooperazione territoriale Europea Italia-Grecia 2007/2013. Il progetto, che vede come leader partner la Provincia di Bari , è frutto di un parternariato tra la Provincia di Lecce, la Regione della Grecia Occidentale, la Regione delle Isole Ioniche, il Comune di Bari, l’Istituto Pugliese di Ricerche Economiche e Sociali, l’Università di Bari – CIRPAS e il Comune di Nardò. All’incontro interverranno, tra gli altri, il Presidente della Provincia di Bari, Francesco Schittulli, l’assessore ai servizi alla persona, Giuseppe Quarto ed i referenti dei vari partner di progetto. “N.O. BARRIER”, curato per la Provincia di Bari dal Servizio Politiche Comunitarie, ha come obiettivo il rafforzamento dei percorsi di inclusione sociale delle persone diversamente abili attraverso il “turismo sostenibile” e punta, pertanto, a realizzare interventi per ridurre le barriere che non permettono il pieno uso di territori, agendo sia su quelle di tipo fisico-materiale sia su quelle intangibili, ovvero gli ostacoli culturali e sociali che allontanano i diversamente abili dalla fruizione turistica. Tra le attività da realizzare nell’ambito del progetto vi sono interventi volti a individuare e valorizzare casi di successo nazionali ed internazionali, coinvolgendo gli operatori turistico-culturali, oltre che gli enti locali, al tema dell’accessibilità; l’elaborazione e sperimentazione di  metodi e strumenti per “certificare” e rendere riconoscibili i luoghi accessibili attraverso la creazione di un sistema di attribuzione di “etichette”; l’identificazione di standard di accoglienza per i diversamente abili, l’implementazione di un marchio di turismo sostenibile, la realizzazione di percorsi turistici e spiagge attrezzate per la loro piena fruizione da parte dei diversamente abili e, infine, la creazione di una rete di relazioni tra gli attori coinvolti attraverso la sottoscrizione di accordi e di protocolli d’intesa con gli operatori del settore turistico per creare “pacchetti turistici agevolati” per i diversamente abili. Obiettivo dell’incontro è quello di condividere la metodologia di identificazione di diversabilità e le procedure per l’identificazione di percorsi ed etichette diversificati.







Città Metropolitana  Home Page  Home Page  


 
Torna all'inizio della pagina


- Vai alla versione grafica

Valid HTML 4.01 TransitionalLevel A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0