WE4FOOD: il cibo e la tecnologia per l'educazione e l'integrazione giovanile

- Vai subito al Contenuto
- Vai subito al Menu Principale
- Vai subito al Menu delle Altre pagine
- Vai subito al Menu di sezione



WE4FOOD: il cibo e la tecnologia per l'educazione e l'integrazione giovanile

M artedì 11 febbraio 2014 alle ore 10.00 presso la Sala Consiliare “Matteo Fantasia” della Provincia di Bari si terrà la presentazione del progetto WE4Food, finanziato nell’ambito dell’Iniziativa Azione Provincegiovani 2013 dall’UPI e dal Dipartimento della Gioventù. Il progetto, che vede la Provincia di Bari capofila di un partenariato composto dalla Provincia di Matera, dall’Università di Basilicata, dall’UPI Puglia, dall’Associazione Phiseon oltre alla LILT (Lega Italiana Lotta Tumori) e lo IAM (Istituto Agronomico Mediterraneo) intende contribuire a promuovere l’integrazione tra giovani italiani e immigrati stranieri di seconda generazione attraverso un percorso di ricerca e scoperta comune incentrato sul cibo, quale veicolo di conoscenza delle differenti identità culturali. Protagonisti dell’iniziativa saranno i giovani di diverse etnie iscritti agli ultimi anni degli Istituti alberghieri e agrari di Bari e Matera coinvolti nella costruzione di modelli di dialogo finalizzati all’acquisizione dei valori della tolleranza e del rispetto reciproco, alla promozione della diversità culturale, religiosa, linguistica e di genere come opportunità per la costruzione di una società coesa, pluralistica e dinamica. Alla presentazione del progetto WE4Food interverranno il Presidente della Provincia di Bari, Francesco Schittulli, gli Assessori provinciali ai Servizi alla persona e alle Politiche giovanili, rispettivamente Giuseppe Quarto e Fabio Romito, il vice Presidente della Provincia di Matera, Angelo Garbellano ed il Direttore Generale degli Uffici Scolastici Regionali per la Puglia e la Basilicata, Franco Inglese, oltre ai partner e agli associati del progetto. “Dopo Dress Care, il progetto pluripremiato promosso dalla Provincia di Bari, dedicato ai rischi dei tessuti tossici che ha visto il coinvolgimento di centinaia di studenti, destinatari privilegiati delle nostre azioni e interventi – afferma il Presidente Schittulli - anche We4food mira a coinvolgere i nostri giovani anche stranieri in un percorso di integrazione che vedrà il cibo come veicolo di cultura, relazioni e conoscenza. Un’esperienza innovativa e formativa che mira a fornire loro un bagaglio di conoscenze e competenze importante per il futuro”. Il progetto prevede azioni di in-formazione, percorsi etno-gastronomici  nei quali  ciascun gruppo di studenti elaborerà una ricetta fusion (ovvero caratterizzata da contaminazioni alimentari e culturali) che sia in grado di integrare in maniera armoniosa i diversi prodotti tipici di eccellenza, un “Menù dell’Integrazione”, le cui “ricette” verranno raccolte in specifiche schede digitali, un concorso per premiare le migliori ricette fusion da proporre ai ristoratori locali, nonché un Festival Multietnico “Alla scoperta dei sensi”, aperto alla cittadinanza in cui, attraverso  il cibo, i sapori, le tradizioni  e la cultura delle diverse comunità etniche partecipanti, verranno evidenziati i percorsi di integrazione realizzati. In allegato il programma







Città Metropolitana  Home Page  Home Page  


 
Torna all'inizio della pagina


- Vai alla versione grafica

Valid HTML 4.01 TransitionalLevel A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0