Pubblicato il bando per il recupero e la rifunzionalizzazione dell'Auditorium "Nino Rota" di Bari.

- Vai subito al Contenuto
- Vai subito al Menu Principale
- Vai subito al Menu delle Altre pagine
- Vai subito al Menu di sezione



Pubblicato il bando per il recupero e la rifunzionalizzazione dell'Auditorium "Nino Rota" di Bari.

La Provincia di Bari, in qualità di stazione appaltante in nome e per conto del Conservatorio di Musica “N. Piccinni” di Bari, ha pubblicato il bando per il recupero e la rifunzionalizzazione dell’Auditorium “Nino Rota” di Bari (disponibile su: www.provincia.ba.it ). Si tratta di un atto amministrativo molto significativo che segna l’avvio dell’iter per la riapertura dello storico Auditorium barese inagibile da più di 20 anni. L’entità dell’appalto è pari a € 5.149.473,08. Si tratta di fondi del Ministero dell’Università e della Ricerca, della Regione Puglia e della Provincia di Bari così come previsto nell’art. 2 del Protocollo d’Intesa sottoscritto a Roma il 31.10.2006. Soddisfatto per la pubblicazione del bando è il Presidente della Provincia di Bari, Vincenzo Divella: “In questi mesi, con l’intera Giunta provinciale, abbiamo accelerato il più possibile l’iter burocratico per sbloccare una vicenda annosa. Da questo momento in poi parte il conto alla rovescia per la riapertura di uno degli luoghi storici più significativi di Bari e che, in base alle nostre valutazioni, avverrà entro un anno”. La Provincia di Bari dispone già del progetto esecutivo di adeguamento funzionale, tecnologico e normativo realizzato dall’ Ufficio Tecnico dell’Ente con la consulenza del Politecnico di Bari. Tra gli interventi previsti la realizzazione dei nuovi impianti elettrici, termici e di condizionamento, interventi di correzione acustica, interventi per la prevenzione degli incendi e per il rinforzo della copertura. E’ prevista, inoltre, una nuova distribuzione e sistemazione dei posti a sedere suddivi in due sale: una sala grande con 819 posti, di cui 719 destinati al pubblico compresi 6 posti per disabili e 100 per gli orchestrali e addetti ai lavori; nella saletta inferiore sono, invece, previsti 148 posti di cui 138 destinati al pubblico compresi 2 per disabili e 10 per orchestrali e addetti ai lavori. Sarà, infine, recuperato lo storico grande organo al centro dell’Auditorium.  







Città Metropolitana  Home Page  Home Page  


 
Torna all'inizio della pagina


- Vai alla versione grafica

Valid HTML 4.01 TransitionalLevel A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0